Antonio J. Munoz
The German Order Police and their European Auxiliaries 1933-1945
East Europe and the Balkans
 
stelline 1
 

 
      munoz green 2mod
 
 2006
Europa Books
New York, 512 pagine
   
Scrivere la recensione positiva di un libro è un fatto gratificante, non tanto per la cosa in sé o per "fare un favore all’ Autore", quanto per avere avuto l’opportunità di esaminare un prodotto valido. Di cui c’è sempre bisogno.
Allo stesso modo, scrivere una recensione negativa può essere imbarazzante per opposti motivi: vale a dire, perché si è di fronte ad un prodotto di scarso valore. Come in questo caso.
Ancora una volta infatti, come avvenuto per il volume 1 (Western Europe and Scandinavia), questo secondo tomo di "Hitler’s Green Army" ( Eastern Europe and the Balkans), ci lascia del tutto sconcertati.
Nuovamente, siamo di fronte ai medesimi pochi pregi (buona qualità materiale, aspetto estetico gradevole, qualche buono spunto]) ed agli stessi numerosi difetti: aggravati ancora di più da un uso smodato del metodo copia-e-incolla.
Eh si, perché in questo secondo volume si hanno interi capitoli riciclati in toto da altri precedenti lavori dell’Autore.
Facciamo solo qualche esempio (ma ce ne sono molti altri tra i primi 8 capitoli):
 
CAPITOLO 9
(pag. 241-256), nonché la sezione fotografica dello stesso capitolo (pag. 257-268): copia-e-incolla da "Slovenian Axis forces in WW2" (pag. 18-31con i paragrafi riposizionati e foto tra pag. 47 e 78);
CAPITOLO 10
(pag. 269-290): il primo paragrafo copia-e-incolla da "Slovenian Axis forces in WW2" (pag. 26-27), il resto del capitolo (con pochi aggiustamenti minori) da "Gestapo Volunteers. The Upper Carniola Home Defence Force" by Monika Kokalj Kocevar (da pag. 10 a pag. 32);
CAPITOLO 11
(pag. 291-310): copia-e-incolla (con pochi aggiustamento minori) da "Gestapo Volunteers. The Upper Carniola Home Defence Force" by Monika Kokalj Kocevar (da pag. 32 a pag. 46, da pag. 55 a pag. 57);
CAPITOLO 12
(pag. 311-330): copia-e-incolla da "Herakles & the Svastika. Gereeks Voluteers in the German Army" pag. 10-39;
CAPITOLO 16
(pag. 391-400): copia-e-incolla del Capitolo 15 di "The East came West" (pag. 297-305);
CAPITOLO 17
(pag. 401-414): copia-e-incolla del Capitolo 14 di "The East came West" (pag. 283-296).
 
E l’elenco potrebbe continuare…..
E’ del tutto evidente come, di fronte ad una desolazione di tal genere, non si possa non provare un fastidioso senso di déjà-vu e come si abbia, invece, la certezza di trovarsi di fronte ad un prodotto "artificiale", che offre ben poco di nuovo: escludendo ovviamente le solite "scintillanti" fotografie, ed immagini, e tavole a colori, che da sole non possono (e non devono) in alcun modo reggere il peso di un vuoto generale.
Non ripeteremo qui, le altre critiche di merito già espresse per il volume 1, che comunque confermiamo e rafforziamo. Vogliamo invece sottolineare come, a nostro parere, il valore di un libro debba dipendere dalla qualità dei suoi contenuti e non dall’immagine del suo contenitore, e come invece il volere fare il contrario, ci appaia – a dir poco – un’operazione sconcertante: un po’ come sperare di vendere il rancio delle reclute travestendolo da manicaretto di Haute Cuisine.
Cosa della quale, francamente, ci dispiace. Ma soprattutto, potrebbe dispiacere ai lettori più esigenti.
Da evitare. [Questa recensione è stata pubblicata anche su Amazon.com].
 
             
munoz green2 pg 463
 
 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set.

EU Cookie Directive Module Information